The Catholic Thing
HOME        ARCHIVIO        NOTIZIE        COMMENTI        PRIMO PIANO        DONAZIONI
articoli recenti

Confusione e interpretazione

Robert Royal. Il Foglio.it | 11.5.2013

Riprogrammare cellule - e anime

Damiano Rondelli, MD | 1.29.2013

Quando la Vita Diventa Iintollerabile

Damiano Rondelli, M.D. | 2.14.2012

Il nuovo anti-cattolicesimo: Occupy the Vatican

Francis J. Beckwith | 2.10.2012

Le vere notizie sulle cellule staminali

Damiano Rondelli, M.D. | 11.19.2011

Mercoledì 07 Marzo 2012
Obiezioni di Coscienza PDF Stampa E-mail
Scritto da Robert Royal   

Roma, 29 febbraio 2012


Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno aiutato a organizzare questo evento. Questo è un argomento di grande importanza che sta cominciando a manifestarsi in tutti i paesi sviluppati, dagli Stati Uniti all'Europa, dall'Australia al Canada.

Non voglio essere melodrammatico ma credo davvero che stiamo cominciando a vedere l'emergere di una diversa concezione non soltanto dei diritti fondamentali, ma del rapporto tra cittadini e governo, che è fondamentalmente alterando le nozioni dei diritti di coscienza e della coscienza stessa. Questo cambiamento non è inevitabile. Ma richiede a tutti noi di riconoscere il problema e di fare qualcosa - anche se l'ora è tarda.

Parlerò soprattutto, naturalmente, sulla situazione attuale negli Stati Uniti che non è proprio una questione di diritti di coscienza, come spero di spiegare.

C'è molta confusione su ciò che costituisce obiezione di coscienza e ciò che è qualcosa ancora più importante e, al mio parere, piu fondamentale – liberta religiosa. Dunque, vorrei fare tre punti principali: prima, mostrare un vero caso di obiezione di coscienza nel sensno giuto del termine; poi, indicare un problema culturale che sta impedendo risoluzioni di diversi problemi; e finalmente, vorrei analizzare un po’ il ben conoscituo caso negli Stati Uniti proprio adesso sul Obamacare e la liberta religiosa.

Allora, mi permettete comminciare con un esempio di protezione di coscienza, corretamente intesa.

Nello Stato di Washington negli Stati Uniti, una causa è stata intentata contro vari farmacisti che si sono rifiutati di dispensare i farmaci Plan-B e Ella, che sono in certi casi, abortivi, per motivi di coscienza. Una forte maggiorananza nell'associazione dei farmacisti in Washington era d'accordo con loro sulle questioni di coscienza. Ma lo stato, e in particolare il Governatore Chis Gregoire, una cattolica in teoria, hanno cercato di forzare tutti i farmacisti a dispensare tutti i farmaci legali.

Il caso è andato in tribunale - un tribunale statale non federale. La corte ha ritenuto che nel passato farmacisti hanno ricevuto eccezioni di vendere on non vendere diversi tipi di farmaci e dispositivi per motivi economici, di lavoro, ecc. Lo stato non ha trovato alcun motivo per costringere i farmacisti in queste circostanze Quindi perché dovrebbe costringerli quando gravi questioni morali sono coinvolti? I farmacisti hanno vinto, in uno stato molto liberale sulla costa del Pacifico.

Ma sappiamo perché lo stato ha fatto questo tentativo: perché si vuole eliminare del tutto la resistenza pubblica alle procedure che i capi di stato progressisti ora vedono come diritti più fondamentali che quelli di coscienza o di religione.

In questo caso, il giudice ha fatto la cosa giusta. Ma quanto durerà questo senso di coscienza tra l'élite culturale?

Un altro caso può fornire una risposta. E questo e il mio secondo punto. In America, come qui in Europa, il movimento per permettere il matrimonio gay cresce ogni giorno. Ci sono molte persone –  son io fra di loro e ci sono anche le chiese - che credono nei diritti civili delle persone omosessuali, ma il matrimonio considerano come qualcosa di unico, un istituto che preesiste allo Stato.

Ma nei dibattiti, il matrimonio gay e presentato come un diritto fondamentale, anch se tale diritto appare in nessuma parte della constitutzione Americana. Al contrario,  la resistenza è presentata come qualcosa di parallelo alla negazione dei diritti civili basici agli afro-americani prima del 1960. (In fatti, come sappiamo, e presentata come una malattia psicologica chiamata omofobia.) In altre parole, le chiese, sinagoghe, moschee, cappelle, persone individuali, ecc. che vedono il matrimonio come solo tra un uomo e una donna vengono inseriti nella stessa posizione del Ku Klux Klan - un gruppo razzista americano - durante la lotta per i diritti civili.

E così la fede tradizionale e la morale della maggior parte dei cittadini sono diventati un reato contro i diritti fondamentali. E quanto tempo passerà prima che lo stato cerca di metterli il più possible fuori la legge?

Puo sembrare improbabile ora, ma la logica di chiamare le cose come il matrimonio gay un diritto fondamentale o una questione di uguaglianza fondamentale non può fare a meno di puntare in quella direzione.

E questo ci conduce al terzo punto: la recente decisione di Obama. Devo dire: non so esattamente perche lui ha provocato questa crisi. Ma si puo vedere dalla forma della sua “accomodazione” alle preoccupazioni di non solo i cattolici, ma anche gli evangelici, gli ebrei ortodossi, i mussulmani che non capisce il problema fondamentale e I diritti fondamentali.

I vescovi cattolici e gli altri opponenti hanno buone basi giuridiche per la loro posizione. La libertà religiosa è un diritto fondamentale garantito dal primo emendamento alla Costituzione. (Bisogna capire che I primi dieci emendamento non sono cambiamenti ma un’enfasi sui diritti che  nostri fondatori volevano proteggere in particolare.

Il primo emendamento e 'stato a lungo orgoglio agli americani: siamo un paese che, nelle parole di George Washington al Touro Synagogue a Newport RI, dà "al fanatismo nessuna sanzione, nessuna assistenza alla persecuzione."

Al contrario, Obama ha aperto la sua conferenza stampa con l’osservazione che accesso all'assistenza sanitaria per le donne, tra cui la contraccezione abortiva, le pillole del giorno dopo e la sterilizzazione e un "diritto fondamentale."  Oh, e, tra l'altro, le donne hanno diritto a tutto questo senza costo.

Tutto questo sembra dire che c’e qualche diritto ancora più primo, per cosi dire, piu fondamentale del primo emendamento che protegge la libertà religiosa nella Costituzione. E che nessuno sembra averlo notato fino a qualche settimana fa.

Nel passato, quegli che hanno scoperto nuovi diritti nella costituzione parlavano di "emanazioni e penombre" che giustificano le loro scoperte. In una nuova prospettiva, chiunque o qualunque, come le chiese, che interferisce con i nuovi diritti fondamentali, è un settario ai margini l'esperimento americano.

Molti commentatori laici hanno detto, molto tempo prima che questa controversia particolare, che il signor Obama si sente ristretto nella gestione di una nazione moderna da un documento del XVIII secolo. Il New York Times l’ha detto di nuovo tre-quattro giorni fa, particolarment perche non garantisce diritti moderni.

Pero questo è il documento che professore di diritto costituzionale giurato di preservare, proteggere e difendere quando è diventato presidente degli Stati Uniti. E da dove riceve adesso l’autorit di negare la legge fondamentale che proteege tutti, un governo di leggi non di persone?

Al mio parere, bisogna riconoscere che ci sono due tip di “diritti.” Usiamo la parola diritto per tutt’e due perche non abbiamo oggi un linguaggio morale sufficiente a distinguere fra di loro.

I veri diritti fondamentali, al meno nel sistema Americano, sono “vita, liberta, e proprieta.” Il governo non può toglierci la vita, la libertà o la proprietà da qualsiasi persona senza il dovuto processo di legge. Vale a dire, che questi sono diritti di tutti i tempi e luoghi, dei diritti fondamentali che non sono un dono da parte del governo, ma nel nostro sistema, che provengono dal Creatore.

Non importa se a un presidente o a un gruppo non piace questo modo di intendere i diritti fondamentali. E 'il fondamento del nostro governo. Essa non permette di obiezione di coscienza.

Al contrario, ci sono altri diritti moderni - per alloggio, vitto, assistenza sanitaria, il lavoro - che sono, direi, desiderata. Tutte le persone oneste auguro che ogni persona sarà in grado di godere di questi beni umani fondamentali. Per la maggior parte, questi sono forniti dalla società civile - la famiglia, in particolare - il dipartimento originale di servizi sanitari e umani.

Al bisogno di altre istituzioni possono intervenire, compreso lo stato. Ma anche lo Stato non può garantire che ci saranno le risorse e gli strumenti per fornire queste cose. Basta guardare il caso della Grecia, e forse ben presto tutte le nostre nazioni sviluppate. Non vedo come si può rivendicare un diritto a qualcosa che nessuno è in grado di fornire.

E non è affatto una questione di diritti fondamentali, dire che le chiese, sinagoghe, moschee, ecc devono seguire determinati modi di fornire tali diritti piuttosto che altri modi. E a parte obiezione di coscienza, che cosa dobbiamo pensare del diritto davvero fondamentale di proprietà? In passato, sarebbe stato impensabile che un presidente degli Stati Uniti avrebbe detto alle compagnie di assicurazioni private che devono fornire determinati servizi e senza alcun costo.

Inoltre, non vi era alcuna necessità di creare questo conflitto - ad eccezione, se avete deciso di costringere alcune istituzioni a fare determinate impostazioni nonostante le loro convinzioni religiose e morali. Non e il caso che e difficile di trovare la contracezione, anche gratis, nelle cliniche ed altrove, se tu credi nella necessita fondamentale di tali cose.

E 'proprio per questo motivo che le istituzioni religiose non si limitano solo a rivendicare obiezione di coscienza in questa materia. Per fare questo sarebbe ammettere che lo stato ha definito qualcosa di fondamentalmente giusto e vero, e che solo I settari lo trovano offensivo.

No. Stanno sostenendo che il giusto ordine consituzionale e esattament l’opposto  - non è semplicemente caso di obiezione di coscienza - è quello di mettere la liberta religiosa nel primo posto, nel posto costituzionale nella nostra comprensione del sistema americano. E c'è una buona probabilità che la Corte Suprema sarà d'accordo con loro.

E questo non è solo una lotta da parte dei vescovi cattolici. Un gruppo di evangelici ed ebrei si sono espressi a favore della libertà religiosa. E c'è una dichiarazione congiunta di cattolici ed evangelici. Inoltre, gli evangelici e gli ebrei hanno fatto notare che essi stessi hanno spesso le istituzioni che non corrispondono a una definizione rigorosa di chiese o luoghi di culto. Quindi non è solo gli ospedali cattolici, università e servizi di soccorso che sono minacciate. Si tratta di alcune delle forme di attività religiosa in America che compongono la nostra società complessa.

E 'incoraggiante il fatto che la nostra gerarchia ed altri leaders religiosi ora comprendono più profondamente che cosa è in gioco nella lotta sanitario. Non è solo una questione di obiezioni di coscienza ma del primo dei diritti. Se questa  controversia - che non va via – ci conduce ad una migliore riflessione non solo sulla libertà religiosa ma anche sulla dimensione e sulla portata del governo, tanto meglio per tutti gli amici di liberta, legge, e coscienza.

 

Other Articles By This Author

CONTATTI PUBBLICITA CHI SIAMO
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner